Come scoprire infedeltà coniugale o tradimento? In questi casi, se si ha intenzione di non incorrere in errori e di far valere la propria posizione a livello legale, è bene procedere rivolgendosi a un’agenzia investigativa.

Solo con prove certe e schiaccianti in sede legale si potranno far valere i propri diritti. L’individuazione di un soggetto investigatore capace è quindi il primo passaggio da considerare. Vediamo in dettaglio da dove partire e quali i passaggi successivi da seguire.

Infedeltà del coniuge: cosa fare

Quando ci si chiede come scoprire infedeltà coniugale o tradimento è bene fare una valutazione iniziale delle proprie impressione. Se ci si accorge che il coniuge ha cambiato repentinamente abitudini, scegliendo per esempio di trascorrere tanto tempo al pc fuori dall’orario di lavoro o di iniziare una dieta senza un’apparente necessità, può essere opportuno rivolgersi a un professionista in grado di indagare sull’eventuale infedeltà.

Essenziale è non procedere autonomamente, in quanto le prove raccolte possono non essere impugnabili a livello legale e si rischia di violare la privacy dell’altra persona.

Coniuge infedele: perché rivolgersi a un investigatore privato

Chi si chiede come scoprire infedeltà o coniugale tradimento deve considerare come alternativa principale i servizi di un investigatore privato. Per quale motivo è bene rivolgersi a questi professionisti? Perché, in quanto laureati in scienze dell’investigazione o giurisprudenza, hanno tutte le basi normative per agire nella legalità.

Fondamentale è anche controllare le loro esperienze pregresse e assicurarsi che siano in possesso dell’apposita licenza per esercitare.

Come si svolgono le indagini sull’infedeltà coniugale?

Le indagini sull’infedeltà coniugale si svolgono secondo un iter specifico. Chi si chiede come scoprire infedeltà coniugale o tradimento deve ricordare che tutto inizia con la firma di un contratto con l’investigatore, che si impegna a rispettare determinati tempi e, ovviamente, a condurre le indagini nel rispetto della legalità.

Questo significa che non ha la possibilità di monitorare il coniuge infedele del cliente controllando i suoi tabulati telefonici, intercettando le sue conversazioni o leggendo SMS o messaggi inviati tramite altri servizi di messaggistica istantanea.

Prove infedeltà coniugale: come gestirle?

Avere le idee chiare su come scoprire infedeltà coniugale o tradimento è utile; altrettanto importante è informarsi sul trattamento delle prove raccolte dall’investigatore che, come già ricordato, possono essere impugnate in sede di giudizio dal coniuge tradito.

Perché si possa richiedere l’addebito della separazione è necessario che sia appurata una connessione causale tra il tradimento e l’intollerabilità della convivenza tra i coniugi.

Anche l’infedeltà apparante, ossia la relazione platonica, può essere considerata come causa dell’addebito della separazione, tenendo sempre conto della necessità di un nesso tra la crisi coniugale e l’inizio della relazione adulterina, anche se non caratterizzata da rapporti sessuali ma soltanto da un coinvolgimento di natura affettiva o sentimentale.

Il coniuge che commette adulterio e che per questo mette in crisi la relazione non commette reato – gli articoli del Codice Penale in merito sono stati cancellati nel 1968 e nel 1969 – ma mette in atto un comportamento perseguibile a livello civilistico, in quanto violazione degli articoli 141 e 142 del Codice Civile.

Come scoprire infedeltà coniugale o tradimento