Le investigazioni infedeltà coniugale sono il miglior modo per appurare un adulterio all’interno di un rapporto. Sceglierle è conveniente per diversi motivi, il primo dei quali riguarda il fatto che i professionisti del campo hanno le conoscenze giuste per evitare problemi di natura legale e di violazione della privacy.

Adulterio: come lavora l’investigatore

Le investigazioni infedeltà coniugale iniziano con il conferimento all’investigatore di un mandato, che viene depositato ufficialmente. Nel documento in questione sono indicati tutti i dettagli relativi ai tempi e alle modalità di svolgimento delle indagini, che non possono prevedere il controllo dei tabulati telefonici, l’intercettazione delle conversazioni, il controllo degli SMS.

Investigatore per infedeltà matrimonio: che valore hanno le prove

Le prove raccolte durante le investigazioni infedeltà coniugale hanno valore legale e possono essere impugnate in sede di giudizio. Non si tratta di una violazione del decreto 196/2003, che stabilisce le misure di tutela della privacy? La risposta è negativa, in quanto il coniuge che sospetta il tradimento e che ingaggia un investigatore privato fa questa scelta con l’obiettivo di far valere un proprio diritto in sede civile.

A tal proposito ricordiamo che l’adulterio non è configurabile come reato penale – la situazione in merito è cambiata nel 1968 e nel 1969 con la cancellazione degli articoli 558 e 559 del Codice Penale – ma come violazione del Codice Civile.

Adulterio investigazioni: quando le prove portano all’addebito della separazione

Dopo le investigazioni infedeltà coniugale è possibile presentare le prove in giudizio e richiedere eventualmente l’addebito della separazione. Questo non è sempre possibile, in quanto è necessario che il tradimento sia una causa diretta dell’intollerabilità della convivenza tra i coniugi.

Per avere tutte le certezze in merito, il giudice dispone un esame della condotta di entrambi i coniugi, assicurandosi così che la relazione extra coniugale non sia intervenuta in un rapporto già logoro da tempo.

Addebito separazione: i casi gravi in cui è sempre richiedibile

Le conseguenze legali successive alle investigazioni infedeltà coniugale prevedono l’addebito della separazione in casi particolarmente gravi, come per esempio le relazioni adulterine che hanno portato alla nascita da un figlio e i rapporti extra coniugali stabili.

Rientrano nei casi sopra citati anche le relazioni che hanno portato il coniuge fedifrago ad abbandonare il tetto coniugale e a negare al partner l’assistenza, in particolare in situazioni di difficoltà dal punto di vista della salute o delle contingenze economiche.

Concludiamo questa breve guida con qualche informazione sui costi delle investigazioni private per scoprire l’infedeltà coniugale. Il prezzo varia sulla base delle singole situazioni, ma è possibile parlare di una tariffa base che corrisponde a 1.000/1.500€ e che consente di ottenere i primi risultati in un giorno. Per indagini di settimane o mesi è necessario siglare altri tipi di accordo economico.

Sono dei costi da affrontare solo alla luce di una situazione di coppia ormai compromessa. Una situazione che porta, nella maggior parte dei casi, al ricorso a legali e al coinvolgimento di pratiche di separazione e divorzio.

Se invece pensate che la vostra relazione abbia ancora margine di recupero, vi consigliamo di aprirvi al confronto.

Investigazioni infedeltà coniugale: come si svolgono e perché richiederle